Ci hanno scritto - Guestbook

back

Valerio Dalla

In data 12 febbraio 2010 ci scrive:

Ottimo il sito!

Cari amici di www.lisciobolognese.it/,

Desidero complimentarmi per il vostro sito, che è ricco di informazioni, molto ben fatto, davvero piacevole: il frutto di una ricerca storica e artistica accurata presentato nel migliore dei modi.

E' molto importante documentare il fenomeno del liscio, ed in particolare del liscio a Bologna, perché è parte della nostra storia e dà voce alla cultura popolare.

Ho 53 anni, sono nato e vissuto a Bologna da una famiglia pure nata e vissuta qui. Non ho avuto particolari esperienze di ballo, ma ho incontrato la musica filuzziana in mille feste di paese e ne ho sentito raccontare dai miei genitori con amore profondo e con tanto entusiasmo e allegria.

Ho finito per amare questo genere, così legato alle tradizioni "di casa", e per innamorarmi anche un po' di alcuni brani di Leonildo Marcheselli - "Clinca", "La vispa teresa"... - che mi facevano ascoltare mia madre e mio padre, come pure di quelli che si sentono immancabilmente alle feste di paese - "In bocca al lupo", "La sfida dei clarini", la "Migliavacca", "Il tempestoso", le "Speranze perdute", "Meraviglioso" - e dei romagnolissimi "Balcone chiuso" "La Cesarina", "San Marino Goodbye",..

Quei brani trasmettono ricordi di atmosfere, riportano alla mente il calore di sere d'estate all'aria aperta, scorribande tra amici girovaganti, "intorti" spudorati. :-)

Nella musica filuzziana come in ogni altro genere sono nati alcuni capolavori, che vanno fatti conoscere. E in generale il liscio va salvaguardato e rilanciato.

Auguri di buon lavoro, per continuare sempre così, sempre meglio!

Un carissimo saluto

Valerio Dalla

   

Gent.mo Valerio,

Leggere le tue righe è un piacere ed è un ulteriore sprone ad andare avanti nella direzione intrappresa. Stiamo ricevendo tanti consigli, suggerimenti ed incitamenti (parecchi verbali, altri per iscritto, come la tua e-mail) che ci aiutano a migliorare. Uso il plurale, "noi", perchè assieme a me, che scrivo, ci sono già tanti amici, ciascuno dei quali dà con costanza ed efficacia il suo contributo, spinto dalla passione comune nei confronti della Filuzzi.

Una delle idee in fase di gestazione, è quella di dedicare una sezione al confronto tra il liscio bolognese (la Filuzzi) con le altre forme di liscio (romagnolo, piemontese, unificato), sia dal punto di vista del ballo, sia dal punto di vista della musica (hai fatto riferimento alle feste di paese in cui si mescolano musiche filuzziane e musiche romagnole... )

In sintesi, i complimenti, li prendiamo come uno stimolo a fare meglio, degli auguri ne abbiamo bisogno tutti e quindi sono graditi, ed infine il liscio, la Filuzzi, va rilanciato: W la Filuzzi!

Ultima cosa: non hai mai avuto particolari esperienze di ballo ? Beh... prova! Trova la compagnia giusta e scoprirai i miracoli che il ballo può fare. Anche per chi crede di essere negato ...

Ricambio il gradito e carissimo saluto

Carlo Pelagalli - Lisciobolognese.it