home

Valzer Lento

 

Il valzer viennese spopolò in quasi tutta Europa. Non in Inghilterra, la cui cultura puritana non si conciliava con un ballo di coppia chiusa, considerato disdicevole. Dato che lo stretto contatto tra i ballerini è causato dalla velocità della musica del valzer viennese, gli inglesi tentarono di "costruire" un valzer adeguato ai loro costumi, rallentando parecchio il ritmo. Intanto oltreoceano nasceva il Boston, ballo basato sul tempo di 3/4 come il valzer ma con circa 30 battute al minuto (circa la metà delle battute del valzer viennese). Verso il 1890 il Boston approda in Europa, ma non ottiene grande successo, preferendo gli europei il ritmo veloce e brillante del valzer viennese. Dal Boston viene però elaborato il Boston figurato, noto anche come Hesitation, caratterizzato da rallentamenti e pause. In inghilterra l'Hesitation, combinandosi con le varianti locali rallentate del valzer viennese diedero origine al Valzer Inglese, noto in Italia anche come Valzer Lento.

Il Valzer Lento fa parte sia del programma dei balli da sala (30 battute al minuto) sia dei balli Standard (un po' più lento: 28-30 battute al minuto).